Come scrivere una commedia romantica, guida e film

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Cosa rende un grande film il punto di riferimento del suo genere? Ecco una guida alla buona scrittura della commedia romantica con diversi esempi di film che hanno fatto la storia del genere. Enjoy it!

io-e-annie-buona-come-scrivere-commedia-romantica

Cosa rende romantica una commedia

Le “commedie romantiche” sono, ovviamente, “commedie romantiche”, ma raramente vengono definite come tali.

Eppure l’ironia è che le commedie romantiche sono quasi il genere cinematografico per eccellenza, almeno per quanto riguarda la possibilità di far spegnere il telefono, l’iPad o il laptop e andare al cinema. Questo perché si rivolgono a coppie di ogni età e genere. Ma quali sono i tre ingredienti chiave della commedia romantica?

L’importanza degli ostacoli

Come per ogni forma d’arte, ci sono alcuni ingredienti chiave necessari per una buona commedia romantica. Il più importante di questi è di gran lunga un buon ostacolo, o un insieme di ostacoli, che la coppia coinvolta deve superare se vuole vivere per sempre felice e contenta.

Si dice spesso che il dramma è conflitto, ma naturalmente anche la commedia è conflitto. In realtà, tutta l’arte è conflitto, così come tutta la vita è conflitto, da quella prima corsa dei milioni di spermatozoi che cercano disperatamente di nuotare in quel singolo ovulo che deve essere fecondato (si pensi a Tutto quello che hai sempre voluto sapere sul sesso, ma non hai mai osato chiedere, 1972).

Nel cercare di concepire una commedia romantica bisogna tenere presente quel primo e importante viaggio in cui siamo stati tutti coinvolti. Così come quel singolo spermatozoo di successo deve percorrere lunghe distanze e arrivare primo, così i due protagonisti di una commedia romantica devono superare qualsiasi ostacolo o viaggio gli si ponga davanti, fisico, mentale o esistenziale, prima di potersi unire con successo all’altro.

All’inizio del XXI secolo, si suggerisce che la scarsità delle grandi commedie romantiche rispetto agli anni Trenta e Settanta, sia dovuta al fatto che non ci sono così tanti ostacoli allo stare insieme come una volta. Questa è una scusa patetica. Anche se in Occidente molte delle tradizionali barriere esterne tra le persone – classe, età, religione, sesso e persino sessualità – sono in gran parte crollate, ci sono ancora molte altre barriere che possono essere costruite da un abile sceneggiatore.

harry-ti-presento-sally-come-scrivere-commedia-romantica

Crea dei personaggi davvero amabili

Richard Curtis si è dimostrato uno dei maestri delle moderne commedie romantiche con Quattro matrimoni e un funerale (1994) e Notting Hill (1998). Lui sosteneva che non importava quanto fosse buona la sceneggiatura di una commedia romantica, se il pubblico non voleva portarsi a letto uno, se non entrambi, dei personaggi principali.

Naturalmente i personaggi non possono essere troppo perfetti, anzi al contrario devono essere univocamente umani per generare almeno interesse e portare a un’attrazione romantica o addirittura sessuale.

In tutte le più grandi commedie romantiche i personaggi soddisfano questo criterio fondamentale. Woody Allen non è certamente attraente fisicamente, ma il suo spirito geniale è tale da poter attrarre alcune delle donne più belle del mondo, tra cui Diane Keaton e Mia Farrow, sia nei film che nella vita reale.

All’altro estremo dello spettro dell’attrattiva visibile, Cary Grant è uno degli uomini più belli del cinema, ma nelle commedie romantiche è afflitto da qualcosa che sminuisce questa evidente attrattiva, sia che si tratti della sbronza in The Philadelphia Story (1940) o semplicemente dei suoi occhiali e del suo interesse per la paleontologia in Bringing Up Baby (1938).

Va anche sottolineato che entrambi i protagonisti devono essere in qualche modo attraenti. Non è sufficiente che un solo protagonista sia bello o che sia un genio. Nelle più grandi commedie romantiche è impossibile pensare a un membro della coppia senza pensare immediatamente anche all’altro: Woody/Alvy Singer e Diane Keaton/Annie Hall in Io e Annie; Dr Huxley di Cary Grant e Susan Vance di Katharine Hepburn in Bringing Up Baby; Harry e Sally in Harry ti presento Sally.

Sii divertente

Sono stati i Simpson a dare questo consiglio a tutti gli aspiranti comici e scrittori di commedie. In una scena della serie, infatti, Homer guarda una versione molto velata dei Giorni del lago di Wobegon di Paul Theroux e grida allo schermo: “Sii più divertente!”

Chiunque cerchi di scrivere una commedia romantica vuole far ridere, una commedia romantica deve essere sia romantica che divertente.

Questo terzo ingrediente chiave della commedia romantica è assolutamente indispensabile e influisce efficacemente sul sapore degli altri due ingredienti chiave. Gli ostacoli che la coppia incontra devono essere in qualche modo divertenti, se non ridicoli, o almeno apparire tali. I personaggi stessi devono, oltre ad essere simpatici e affascinanti, essere anche divertenti. Questo umorismo deve essere evidente fin dall’inizio.

quattro-matrimoni-e-un-funerale-come-scrivere-commedia-romantica

1. Quattro matrimoni e un funerale (1994), sceneggiatura di Richard Curtis

Quattro matrimoni e un funerale, con il suo meraviglioso abbinamento tra l’inglese represso per eccellenza e la donna americana sessualmente libera, non solo ha fornito il modello per la maggior parte delle successive commedie romantiche di Richard Curtis (vedi Notting Hill), ma ha contribuito a far ripartire l’intera rinascita del genere alla fine del XX secolo.

Il titolo è cruciale, perché il funerale ha dimostrato che le commedie romantiche non devono solo essere sempre divertenti, ma possono anche accogliere il dolore che fa parte del romanticismo quanto il piacere.

2. Lo stesso giorno, il prossimo anno (1978), sceneggiatura di Bernard Slade

É una vera e propria commedia romantica classica. I due protagonisti godono di anniversari molto più felici della maggior parte delle coppie sposate, dato che i loro anniversari celebrano la storia di una notte dal 1951.

Probabilmente a causa del fatto che sono felicemente sposati con altre persone, si incontrano una volta all’anno per ricreare e migliorare la magia di quel primo incontro.

Pensato come uno spettacolo teatrale, il dialogo è veritiero e divertente allo stesso tempo.

3. Kissing Jessica Stein (2001), sceneggiatura di Heather Juergensen e Jennifer Westfeldt

Ci sono relativamente poche grandi commedie romantiche LGBTQ+, probabilmente per due motivi. In primo luogo, la difficoltà di garantire un’ampia diffusione di tali film nel XX secolo, in secondo luogo a causa dei pregiudizi.

La maggior parte delle storie sulle loro relazioni sono state drammi sulle lotte piuttosto che commedie sulle debolezze.

Per il momento, però, probabilmente la miglior commedia romantica LGBTQ+ è Kissing Jessica Stein, la storia di come Jessica, che sembra essere una delle donne più etero del mondo, si innamora di una donna molto estroversa, Helen.

Il film è romanticamente svenevole ma anche dolorosamente divertente, soprattutto perché Jessica cerca di imparare le basi del sesso tra donne.

Alcuni spettatori LGBTQ+ sono rimasti delusi dal finale del film, ma per il resto non si può negare né la veridicità né la tenerezza di questo film subdolo e sovversivo.

kissing-jessica-stein-come-scrivere-commedia-romantica

4. Harry ti presento Sally (1989), sceneggiatura di Nora Ephron

Il film è emerso dall’influenza evidente di Woody Allen e dal puro genio di Nora Ephron per identificare ed esaminare l’ostacolo numero 1 che la maggior parte delle coppie eterosessuali sperimentano almeno in Occidente: la possibilità che potrebbero funzionare meglio come amici.

Ephron ha mostrato brillantemente come la rivoluzione femminista della fine del XX secolo possa aver aiutato le donne, ma ha anche creato nuove tensioni nelle relazioni tradizionali tra uomini e donne.

Come diceva la locandina originale del film: “Gli uomini e le donne possono essere amici, o il sesso è sempre d’intralcio?”

5. Bringing up baby (1938), sceneggiatura di Dudley Nichols, Hagar Wilde, Robert McGowan e Gertrude Purcell

Non è un caso che tante grandi commedie romantiche siano state realizzate negli anni Trenta, durante la prima ondata di femminismo.

In Bringing Up Baby, Katharine Hepburn è un’ereditiera, ma l’incarnazione della donna emancipata e determinata a sperimentare quel tipo di rispetto reciproco e di passione anche nella sua vita emotiva.

“Baby”, il suo leopardo domestico, rappresenta l’ostacolo più immediato che lei e il dottor Huxley, l’amante dei dinosauri Cary Grant, devono superare nel loro viaggio verso l’altro. Ce ne sono anche altri, non ultimo il matrimonio di Huxley con un’altra donna.

Spiritosa, saggia e meravigliosa, Bringing Up Baby è probabilmente la commedia “screwball” per eccellenza, presumibilmente un sottogenere della commedia romantica in cui l’intera nozione stessa di commedia romantica è satirizzata.

6. Io e Annie (1977), sceneggiatura di Woody Allen e Marshall Brickman

Allen, più di chiunque altro, ha introdotto nella commedia tutte le nevrosi, le fissazioni e le ossessioni presenti in qualsiasi relazione romantica moderna

In questo film lo ha fatto utilizzando ogni tecnica cinematografica immaginabile per raccontare la storia d’amore tra Alvy Singer e Annie Hall, una cantante bella ma socialmente e romanticamente imbarazzante (interpretata da Diane Keaton).

Sguardi in camera, animazione, schermo diviso e molto altro ancora.

Io e Annie Hall è stata la prima grande commedia romantica post-moderna in cui le tradizionali preoccupazioni della commedia romantica sono state brillantemente sovvertite.

a-qualcuno-piace-caldo-come-scrivere-commedia-romantica

7. A qualcuno piace caldo (1959), sceneggiatura di Billy Wilder e I. A. L. Diamond

Essendo la più grande commedia della storia del cinema, è facile dimenticare che sia anche una commedia romantica incentrata sull’amore ossessivo per la sensuale cantante Sugar Kane da parte di Tony Curtis.

Naturalmente, Joe non può rivelare il suo amore perché travestito da donna per sfuggire alla mafia.

Insieme a L’appartamento (1960), è il capolavoro assoluto dello sceneggiatore Billy Wilder. Wilder e Diamond hanno riscritto un film francese già esistente, Fanfare d’amour (1935), rifatto in tedesco nel 1951.

Tuttavia, hanno aumentato le gag e il sex appeal in un modo che persino Shakespeare avrebbe approvato. L’intera messa in scena è la perfezione, compresa la battuta finale, che rimane e probabilmente rimarrà la più grande ultima battuta del cinema: “Nobody’s perfect”.

Nessun essere umano può essere perfetto, ma A qualcuno piace caldo è lo è quasi, ed è certamente la più grande commedia romantica di sempre.

Leggi anche Come scrivere una sceneggiatura per serie tv e sitcom e I 40 cliché più comuni da evitare in sceneggiatura.

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

LEGGI ANCHE

Se hai difficoltà a scrivere grandi personaggi, sappi che non sei il solo. Per questo abbiamo pensato a selezionare 4 tipi di personaggi da evitare in sceneggiatura.
I 10 film migliori secondo Rotten Tomatoes “100% Club.” La lista riflette gusti diversi, a voi la scelta!
Per avere una carriera di sceneggiatore di successo serve passione. Ecco come mantenere viva la passione anche quando il gioco si fa duro.
Ultimi articoli inseriti
Categorie
Categorie
ABOUT
Scrivi e basta

JUST WRITE IT!

La-Sceneggiatura convoglia le forze degli appassionati di scrittura per dar vita insieme al primo sito italiano dedicato alla scrittura cinematografica e seriale. Studio e ricerca costanti, ma soprattutto uno smisurato e incosciente amore per la scrittura cinematografia. Seguici e non perderti gli articoli dedicati a sceneggiatura, copywriting e scrittura creativa!
Iscriviti & seguici