6 consigli di sceneggiatura da Seth Rogen e Evan Goldberg

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

I consigli di sceneggiatura si trovano ovunque, ma sono sempre tutti uguali e spesso approssimativi. 

Oggi ci rivolgiamo a Seth Rogen e Evan Goldberg (Suxbad – Tre menti sopra il pelo, Strafumati, Facciamola finita, The Green Hornet, The Interview, Sausage Party – Vita segreta di una salsiccia, Good Boys – Quei cattivi ragazzi e tanti altri film) per i loro 6 migliori consigli di sceneggiatura.

Consigli di scrittura per i film

Sei pronto per leggere cosa hanno da dirti Rogen e Goldberg? Eccoti servito!

#1 Trova un'idea che ti piace

Prendi un’idea che ti piace davvero, perché ci vuole molta energia per scrivere un film e alcune persone perdono il controllo delle proprie idee solo perché lentamente si rendono conto che non gli piace la storia tanto quanto speravano.

Hai bisogno di passione per alimentarti. Scrivere una sceneggiatura può essere un viaggio impegnativo per la maggior parte degli sceneggiatori. Combatterai costantemente con te stesso, con le tue insicurezze e con un sacco di blocchi stradali con lo sviluppo della storia e dei personaggi.

Dovrai imparare a superare tutta quella negatività per uscire dall’altra parte del tunnel di scrittura con una sceneggiatura di cui essere orgoglioso.

La passione per la storia è ciò che ti aiuterà a superare quei momenti difficili. Quando hai un concetto o un’idea che hai bisogno di raccontare, allora niente potrà fermarti.

Quando gli sceneggiatori inseguono le tendenze, e la passione non c’è, di solito si ha una sceneggiatura poco brillante. Scegli un’idea che ti piace.

#2 Le idee vengono da qualsiasi luogo

Un’idea può venire da qualsiasi luogo e iniziare come qualsiasi cosa. A volte nasce dai personaggi, altre da una trama e i personaggi si adattano ad essa.

Le parti vitali del processo di scrittura sono la concezione e lo sviluppo. Il concetto è tutto. E a volte il concetto nasce da un tipo specifico di personaggio, mentre altre volte si basa su una semplice premessa.

È molto comune tra gli inesperti scegliere la prima idea che viene in mente. Evitatela a tutti i costi. Come detto sopra, si deve scegliere qualcosa per cui si ha una passione, ma con dovuta diligenza nel processo di ideazione e sviluppo, valutando bene cosa scegliere.

Ponetevi delle domande, osservate chi vi sta intorno e vedete se ci sono personaggi unici che vi piacerebbe esplorare.

#3 Qualsiasi regola di scrittura può essere infranta

Ogni regola può essere infranta se il momento è quello giusto. La formattazione generale è l’unica regola da rispettare. Ma anche in questo caso, si possono piegare queste regole con una piccola variazione.

Oltre a questo, le linee guida della storia, della caratterizzazione, della struttura, del numero di pagine, del ritmo e altre sono lì per aiutarti a gestire al meglio il processo di scrittura della tua storia cinematografica nei modi più avvincenti, coinvolgenti, divertenti e catartici.

Nessun manager o agente vuole scommettere su qualcosa che è già stato fatto. Le sceneggiature originali di maggior successo sono quelle che infrangono le presunte regole e le rigide linee guida. Perché? Perché è qualcosa di nuovo e diverso che attrae chi è alla ricerca di nuove tendenze.

#4 Fai di te stesso lo spettatore

Fare di te stesso lo spettatore è molto importante. Quando si guarda la sceneggiatura come spettatore che la vede sullo schermo, si ha un’idea di dove dovrebbero andare la storia e i personaggi.

Quando scrivi, devi vedere quello che stai scrivendo, quindi devi avere una visuale perfetta per spiegare attraverso la descrizione della scena e le interazioni dei personaggi.

Se vedi la tua storia e i tuoi personaggi prima di tutto come spettatore e interpreti le azioni, le reazioni, le emozioni, gli archi narrativi, i colpi di scena, le svolte più e più volte nella tua testa, vedrai il film che si avvicina. Vedrai le opportunità di affrontare temi, creare atmosfere e sviluppare personaggi. Sii lo spettatore prima, di essere lo scrittore.

#5 Rendere la storia semplice

A volte le cose semplici sono quelle che funzionano meglio, anche quelle che usano effetti speciali e ad azione animata. Questo è il nucleo della tua sceneggiatura, quello che resta quando togli gli spaventi, le risate, le esplosioni, il melodramma e l’azione. Resta una storia semplice e diretta.

#6 Scrivere in gruppo

Quando si scrive a più mani, una persona in genere si sente molto più forte dell’altra.

La collaborazione può essere un processo complicato per molti scrittori, ma non deve esserlo per forza. Si tratta di dare, prendere e fare ciò che è meglio per i personaggi e la storia.

Se stai cercando di collaborare con un altro scrittore per una sceneggiatura, la cosa fondamentale è avere un piano e un accordo. Ogni persona deve sapere cosa aspettarsi dall’altro e viceversa.

Ricorda che siete lì per lo stesso scopo: raccontare una grande storia.

COMMENTA QUESTO ARTICOLO

LEGGI ANCHE

Se hai difficoltà a scrivere grandi personaggi, sappi che non sei il solo. Per questo abbiamo pensato a selezionare 4 tipi di personaggi da evitare in sceneggiatura.
I 10 film migliori secondo Rotten Tomatoes “100% Club.” La lista riflette gusti diversi, a voi la scelta!
Per avere una carriera di sceneggiatore di successo serve passione. Ecco come mantenere viva la passione anche quando il gioco si fa duro.
Ultimi articoli inseriti
Categorie
Categorie
ABOUT
Scrivi e basta

JUST WRITE IT!

La-Sceneggiatura convoglia le forze degli appassionati di scrittura per dar vita insieme al primo sito italiano dedicato alla scrittura cinematografica e seriale. Studio e ricerca costanti, ma soprattutto uno smisurato e incosciente amore per la scrittura cinematografia. Seguici e non perderti gli articoli dedicati a sceneggiatura, copywriting e scrittura creativa!
Iscriviti & seguici